MOTOSTUDENT, IL ROMBO PROMETTENTE DEI GLADIATORS CONQUISTA ARAGON

Dopo le peripezie occorse nelle prove, il team della Sapienza guadagna il premio di migliore rivelazione con la sua “Biga”

Podio, spumante e tanta felicità: si chiude con un tripudio tricolore l’esperienza del MotoStudent International Competition 2018 che vede salire sugli scudi proprio la scuderia dei Sapienza Gladiators Racing Team come migliore rivelazione dell’anno. Un traguardo sognato dai primi prototipi disegnati due anni fa che è stato raggiunto con fatica fino al giorno della corsa, lo scorso 7 Ottobre ad Aragon. Infatti la scuderia romana ha riscontrato problemi durante le prove al motore pochi giorni prima, ma grazie all’impegno del team e alla benevolenza degli organizzatori si è riusciti in tempo record a modificare l’errore. E così la gara si è svolta regolarmente, regalando al giovane corridore Giuseppe Iurato la nona posizione, ma soprattutto il premio come “Best Rookie” della competizione. “Non ci sono parole per descrivere le emozioni che abbiamo provato – ammettono i SGRT su un post di Facebook- e la soddisfazione di vedere finalmente il frutto di un duro lavoro ripagato. Siamo orgogliosi di poter tornare a casa con un risultato così importante e vorremmo ringraziare tutte le persone che hanno contribuito al raggiungimento di questo obiettivo”. Infatti il gruppo d’Ingegneria Meccanica ha potuto contare su un pubblico appassionato, che ha seguito le loro avventure tramite i continui aggiornamenti e le dirette sulla pagina Facebook, dando la giusta grinta per la vittoria. “Spero che il podio di Aragon – ci ha confidato Beatrice De Santis – sia il primo di tanti altri obiettivi raggiunti dal Sapienza Gladiators Racing Team”. Intanto, però, la Biga si gusta al momento la palma di campionessa mondiale e la vista, secondo il gruppo, “non è per niente male!”.

Articolo di: Luca Vincenzo Fortunato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *