I dubbi sul FIT del ministro Bussetti

Il neo-ministro dell’istruzione Marco Bussetti, al meeting di Rimini, non da certezze sul Fit. C’è preoccupazione tra i ragazzi che hanno iniziato il percorso di acquisizione dei 24 CFU

A risvegliare i neolaureati e gli studenti universitari dal torpore estivo ci ha pensato il ministro Bussetti, ieri ospite al meeting di Rimini per parlare di istruzione. Il nuovo anno accademico inizierà con l’arrivo di bandi per l’assunzione di personale amministrativo e docenti, ha annunciato Bussetti. Si tratta del concorso non selettivo che è in programma da tempo. Rimangono invece forti dubbi sul concorso per non abilitati, proposto dall’ex ministro Fedeli e su cui molti ragazzi puntavano da tempo avendo investito sull’acquisizione del 24 CFU necessari. Il ministero sta infatti lavorando a un bando specifico solamente per alcune province che necessitano di docenti e solamente per specifiche materie. Bussetii: « I concorsi ci saranno certamente. Abbiamo intenzione di attivarli già da settembre. Dobbiamo rivedere tutto un sistema che in questo momento ha tante posizioni da chiarire, ci vuole calma, ordine, attenzione e grande riflessione. Noi ce la stiamo mettendo tutta». Dal mondo della associazioni studentesche arriva puntuale, tramite social, la replica di Link Coordinamento studentesco : «Riteniamo sia inaccettabile che il Governo posticipi ancora tale concorso, con ancora numerose incertezze sul suo effettivo svolgimento. Risulta del resto gravissimo limitare tale concorso solo ad alcune province e solo per determinati insegnamenti: è necessario indire il concorso in tutto il paese e per tutte le discipline, aumentare l’organico e superare definitivamente il precariato, per un miglioramento della didattica. Se questo Governo non si confronterà con i tanti studenti, laureandi e neolaureati che da anni aspettano di poter insegnare, siamo pronti a mobilitarci per avere certezze per il futuro e restituire dignità al ruolo sociale della docenza.»

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *