Sapienza perde 14 mila euro da Unicredit

Unicredit pagherà il 7% in meno per l’affitto dei locali in città universitaria

Fanno gola a molti ma in pochi possono permettersi di pagare i canoni di affitto dei locali interni all’università. La banca UniCredit versava, nel 2017, 251.700 euro nelle casse della Sapienza per avere gli spazi utilizzati per fini commercial all’ingresso di via Elena. A giugno 2017 la banca chiede al Consiglio di Amministrazione  universitario di abbassare il costo degli affitti a 180.000 euro rischio l’abbandono dei locali. Il Cda della Sapienza dà incarico al Direttore Generale di andare in trattativa con la Banca proponendo  comunque un ribasso non inferiore al 21% del canone fino ad ora pagato. L’incontro tra i rappresentanti Unicredit e Sapienza si è tenuto l’8 Ottobre e il 16 Novembre Unicredit ha accettato una riduzione del canone a 237.000 euro (-7%). Entreranno dunque nelle tasche dell’ateneo 14.000 euro in meno. Il canone è comunque una discreta entrata anche se l’Istat proponeva l’adeguamento a 254.758 euro, circa 3.000 euro in più e non 14.000 in meno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *