AFFITTI, TRA CALI INASPETTATI E ‘NUOVI’ COINQUILINI

Nella flessione dei canoni mensili, emerge un fenomeno aggregante che rende la ricerca ancor più competitiva

É tempo di primi conti per i fuorisede, all’indomani del rientro nelle Aule universitarie. Un arrivo nella Capitale meno traumatico, stando a SoloAffitti che registra un calo medio di 36 euro a posto letto (-20%), assestando così la spesa mensile su 398 euro per una singola, 240 per una doppia e 200 per una tripla. Cifre sempre alte rispetto agli standard di Palermo e Catania (sotto i 200 euro), ma in controtendenza all’aumento nel Nord Italia. Ciò è dovuto al massiccio spostamento dal Sud, ma anche ad un altro fattore dal quale non è esente Roma: la formula home sharing scelta dai giovani lavoratori. Infatti i neolaureati ritrovano i colleghi accademici, dati gli stipendi al di sotto dei 1000 euro, condividendoci lo stesso tetto. Sperando che esso sia stato legalizzato e non vada a riempire le tasche degli affittuari in nero, piaghe immancabili che potrebbero ribaltare ogni discorso.

Luca Vincenzo Fortunato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *